Un settembre importante per i rapporti Italia-Russia

Un settembre importante per i rapporti Italia-Russia

03 October 2018 by Patrol International

Settembre 2018 si è rivelato un mese chiave per il sistema Italia in Russia.

Mentre il governo italiano ha inserito nel contratto, che guida i due partiti di maggioranza, l’impegno a cancellare l’embargo in corso, si moltiplicano i richiami alla collaborazione e le iniziative per migliorare i rapporti commerciali.

Il Governatore della Lombardia Fontana, intervistato il 20 settembre, ha ricordato che “L'economia russa e quella lombarda sono complementari. Importiamo materie prime ed esportiamo macchinari, apparecchi, prodotti tessili e chimici oltre a prodotti legati al "luxury". I dati sull'interscambio Russia-Lombardia, che prima delle sanzioni ammontavano a 5 miliardi di euro con un valore export di oltre 3 miliardi, sono calati a 3,3 miliardi nel 2016, e testimoniano le gravi conseguenze che le sanzioni provocano sul nostro mercato”

Gli ha fatto eco il presidente di Confindustria Russia, Ferlenghi, che invoca maggiore comunicazione e supporto alle aziende italiane, come già succede per le imprese tedesche e francesi grazie a strutture finanziate dai loro governi.

Agli appelli delle istituzioni si contrappongono le molte iniziative private e istituzionali.

Solo nel mese di settembre si sono tenute in Italia diverse manifestazioni che hanno coinvolto il tessuto culturale, sociale e imprenditoriale italo Russo, come la “Missione culturale russa a Milano” che ha previsto un Festival del Cinema e una Serata Russa a Milano, ormai diventata tradizionale, organizzata tra gli altri della Camera di Commercio Italo-Russa di cui Patrol è socio.

Il 19 settembre alla Camera di commercio di Bolzano si sono riuniti rappresentanti del mondo politico, economico e bancario di Russia, Alto Adige e Trentino per un seminario sulla Russia, alla presenza dei più importanti esportatori altoatesini, produttori di macchinari e apparecchiature meccaniche, prodotti agricoli, alimentari e bevande.

Il 21 settembre si è svolto a Trieste, il seminario Italo-Russo, un evento internazionale che ha trattato l’argomento dei rapporti commerciali e finanziari tra Italia e Russia con focus su innovazioni tecnologiche, infrastrutture, cantieristica e turismo.

Il 24 settembre a Bari si sono concluse le giornate della Cultura di Mosca in Italia, culminate con la firma dell’intesa di collaborazione tra Regione Puglia e Governo della città di Mosca che coinvolgerà realtà dell’industria farmaceutica e medicale pugliese.

Parallelamente a Mosca fino al 20 settembre si è svolta la 27° edizione di World Food, salone internazionale dell'agroalimentare che riunisce 1.516 aziende di 62 Paesi. Imponente è stata la presenza italiana, la maggiore tra quelle dei paesi europei con 44 espositori.

Iniziative che dimostrano il desiderio delle aziende italiane di esportare in Russia, considerando il capofila dei paesi dell’Est Europa come un reale punto di riferimento per incrementare la propria redditività ed essere sempre più competitive.

Se volete approcciare questo importante mercato, chiedeteci come.

New call-to-action

 

  

Post più popolari

Iscriviti al blog